NICOLAMORANDINI
PHOTOGRAPHER

Scacco matto

"Cosa sono gli scacchi? Una vittoria del genere umano su se stesso. Per molte persone gli scacchi sono musica, per gli altri sono pittura; per me sono poesia, la poesia della lotta, poesia della mente e del desiderio di forza". Così Pablo Neruda definisce il gioco degli scacchi.
Per una settimana Merano ha vissuto questa poesia, trasformandosi in una vivace e globale scacchiera, ospitando 800 ragazzi dagli 8 ai 16 anni per il XXI Campionato Italiano giovanile. In questo modo la città ha riscoperto la sua importante tradizione scacchistica.
Basta pensare al match mondiale "Karpov-Korchnoi" del 1981 o al Torneo di Merano del 1924, in cui il grande Akiba Rubinstein sconfisse Ernst Gruenfeld con la variante della difesa slava (che avrebbe preso il nome, appunto, di difesa di Merano).

loading