NICOLA MORANDINI

New exhibition: Moon Landing

11-01-2020 17:44

tags: Moon Landing, 00A Gallery, Exhibition,

url: permalink

24.01/06.03.2020
00A Gallery - Via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano

Il terzo progetto espositivo della rinnovata galleria meranese 00A Gallery, vedrà protagoniste dal 24 gennaio al 6 marzo, le opere del fotografo Nicola Morandini. L’inaugurazione della mostra “Moon Landing” si terrà venerdi 24 Gennaio alle 19.00.
L’esposizione, a cura di Marco Cillis, presenta una serie di fotografie realizzate sull’isola di Pantelleria, la più grande tra le isole circumsiciliane, non lontana dalle coste della Tunisia. La mostra di Nicola Morandini rimane aperta fino al 6 Marzo 2020, dal sabato (ore 15-19) alla domenica (ore 10-12). Giovedì 30 Gennaio alle ore 20.00 l’artista sarà a disposizione del pubblico e introdurrà personalmente la mostra. Entrata gratuita.

La ricerca che Nicola Morandini presenta sotto il titolo di Moon Landing è l’esito di un’esplorazione- come spesso avviene nel suo lavoro- attraverso l’alfabeto di un luogo, l’Isola di Pantelleria. I suoi scatti sono misurati sintagmi di un fraseggio più ampio che ci permettono di decifrare un territorio, ricostruendone i confini, i caratteri identitari, le texture dei materiali da costruzione, in un’operazione che va oltre la narrazione, che dà spazio all’osservatore di costruire percorsi interpretativi che pescano nel vissuto di ognuno.
Pantelleria è un testo complesso, lontano dal comune immaginario che fa dell’isola in mezzo al mare un locus amoenus a cui ambire. È un’isola aspra se la si guarda con gli occhi del turista: niente spiagge, un maestrale battente spesso fastidioso, pochi comfort. È altresì un luogo sorprendente se lo si guarda con l’occhio curioso di chi vuole comprendere le ragioni profonde di un paesaggio rurale che ha il carattere di un ricamo fatto di muri a secco, di nuclei abitati di aggregati bianchi che si adagiano su una topografia spesso tormentata, di una vegetazione lussureggiante che spiazza le logiche della latitudine.
L’allunaggio descritto in queste immagini lavora su una doppia scala: quella dell’orizzonte, restituendo brani di cielo che raccontano profili lontani, nuvole in viaggio, fasci di luce che determinano un bianco e nero netto, e quella della prossimità, del dettaglio, nella capacità di far sembrare altro l’estradosso delle cupole dei dammusi- le tipiche abitazioni pantesche- così che la superficie rivestita di calce diventi la pelle di un pianeta arcano, su cui strane creature posano la propria ombra.
Fedele ai suoi codici, il fotografo ci regala anche poetici corti circuiti, piccole antinomie che colgono il fortuito dialogo tra elementi tra loro distanti- una cisterna abbandonata, un cane in attesa- in un’operazione che trascende la (ricerca) estetica dei luoghi e si apre al racconto
”.

ml_retro_def.jpgml_fronte.jpg

Opening Davide Perbellini "Brenner Basisitunnel"

Brenner Basistunnel
Davide Perbellini
Architekturstiftung Südtirol - Fondazione Architettura Alto Adige

Opening: 12.12.2019 - Exhibition: 13.12 - 17.01.2020
Giovedì 19.12.2019 a partire dalle ore 19 si terrà l'incontro con l'artista - 00A Gallery - via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano.
Orari di apertura
Sabato 15:00 - 18:00
Domenica 10:00 – 12:00

00A_Perbellini_1.jpg00A_Perbellini_2.jpg00A_Perbellini_4.jpg00A_Perbellini_5.jpg00A_Perbellini_7.jpg00A_Perbellini_11.jpg00A_Perbellini_12.jpg00A_Perbellini_9.jpg00A_Perbellini_8.jpg00A_Perbellini_6.jpg00A_Perbellini_3.jpg

Davide Perbellini - "Brenner Basisitunnel"

Inaugurazione: giovedì 12 dicembre 2019, ore 19.00
Durata della mostra: 12 dicembre 2019 - 17 gennaio 2020
Luogo: 00A Gallery, Via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - 39012 Merano

Giovedì 12 Dicembre 2019 alle ore 19.00 la 00A Gallery presenta il nuovo lavoro del fotografo meranese Davide Perbellini, una serie di immagini scattate nel cantiere del Tunnel di Base del Brennero, nella tratta compresa tra Fortezza e Campo di Trens.
Nella stessa occasione, la Fondazione Architettura Alto Adige presenterà il nuovo numero #115 della rivista di architettura Turris Babel, nata con l’intento di risvegliare l’interesse per l’architettura non solo tra gli esperti in materia, ma anche tra la popolazione, di rilanciare su tutto il territorio ed a livello nazionale, il dibattito sull'architettura in Alto Adige, di promuovere la divulgazione di una buona progettazione, cosciente delle implicazioni socio-economiche ed ambientali che essa comporta. Questo numero monotematico sul Tunnel di Base del Brennero è composto esclusivamente dalle immagini di Davide Perbellini.

La galleria rimane aperta fino al 15.12.2019 dal venerdì alla domenica, ore 11.00 - 20.00. Giovedì 19/12 alle ore 20.00 si terrà una serata in compagnia dell'artista.
Entrata gratuita - Per info: 346.8211414

bbt_fronte.jpgbbt_retro.jpg

Opening Exhibition "Solitudini" - Christian Martinelli

26-10-2019 16:50

tags: Christian Martinelli, 00A Gallery, Solitudini,

url: permalink

E' stata inaugurata ieri sera presso la 00A Gallery di Merano la mostra "Solitudini" di Christian Martinelli. La mostra resterà aperta ogni fine settimana dal 25.10.2019 al 17.11.2019.
Giovedì 31.10.2019 a partire dalle ore 19 si terrà l'incontro con l'artista - via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano.

DSCF8438.jpgDSCF8435.jpgDSCF8434.jpgDSCF8432.jpgDSCF8433.jpgDSCF8428.jpgDSCF8422.jpg

"Solitudini" di Christian Martinelli

19-10-2019 16:28

tags: Christian Martinelli, 00A Gallery, Solitudini,

url: permalink

Venerdì 25 Ottobre alle ore 19.00 riapre in via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) a Merano la 00A Gallery!
Sorta nel 2016 su iniziativa dell’associazione altoatesina 00A, come spazio temporaneo per eventi espositivi legati alla valorizzazione della fotografia analogica, la galleria intende favorire il dialogo culturale a Merano ed essere un nuovo spazio per d’arte in e per la città.
La prima mostra ospitata nei nuovi locali della galleria sarà "Solitudini" di Christian Martinelli.

solitudini_1.jpg

00A... si riparte!

06-09-2019 20:55

tags: 00A, 00A Gallery,

url: permalink

Dopo l’esperienza espositiva presso la galleria temporanea 00A di Merano, svoltasi nel corso degli anni 2016 e 2017 con l’intento di promuovere la fotografia contemporanea in ambito altoatesino (100 metri quadri di superficie espositiva, nove mesi di mostre a cura di Camilla Martinelli, circa 1000 visitatori ed un notevole riscontro di critica e pubblico), nel corso del 2018 l’Associazione 00A ha concentrato la sua attività nella ricerca di un nuovo spazio espositivo.
La ricerca si è conclusa positivamente, con l’individuazione di un locale idoneo situato in un piccolo vicolo trasversale a Via delle Corse (“Passaggio Ortner 67”) in pieno centro storico a Merano. Il locale si colloca in un vicolo pittoresco della città, lungo il quale si aprono già attività culturali e artigianali (un laboratorio tessile, un corniciaio, un laboratorio di produzione di cioccolata, un laboratorio fotografico ed uno grafico di design). Stiamo lavorando per aprire i battenti verso la metà di ottobre. Stay tuned...

IMG_0234.jpg

Borders

Next Opening: Christian Martinelli - Borders
21.9.2019, 11:00 - Foto-Forum Bozen

"Borders" belongs to the 00A cycle of works, a series of a ten-year long project in which the artist uses photography as a means, purpose, or witness to express themes important to him.
"The long strip of sand" that Pier Paolo Pasolini created in 1959, portraying Italy from Ventimiglia to Trieste, is a source of inspiration for the solitary six-month journey that Martinelli has undertaken. Over a five-year period, he traveled about 20,000 kilometers, returning the entire circumnavigation of Italy through 70 monotype images.
The images are obtained by using "the Cube", an object which is both a camera, designed by the artist, as well as an installation work that captures and reflects the landscape at the same time.
"Borders" is born from the need that the artist has to deal with the theme of belonging to a territory; as the animal marks "its" space, delimiting its own boundaries, so does the human being, by drawing lines on geographical maps. The symbolic act of positioning "the Cube" within the landscape on the border becomes a way for the artist to trace his passage.
Martinelli does not conceive the border as an "end", rather as a "beginning" and he represents it with images in which its lines blend together.
By using long exposure times, the horizon line dissolves creating a continuum between the features of the morphology of the real landscape.
Unlike Pasolini, Martinelli shifts the attention from an anthropological context to the natural one of the "borders". It is therefore not a documentary representation of places, but a reflection, an intimate research on the poetics of the landscape. The artist returns images with infinite shades of color, more similar to a painting than to a photographic image. Like the abstract oceans of William Turner also the images realized by the artist are unique and unrepeatable works.

Carla Cardinaletti and Christian Martinelli

Foto-Forum Bozen
Weggenstein-Straße 3F
Bozen, Trentino-Alto Adige, Italy

borders.jpg

Presentazione del libro 700xM: una retrospettiva sul 2017

Nel 2017 la città di Merano ha festeggiato il 700° anno dal suo primo ordinamento civico e ora un libro dal titolo "700xM - Merano si festeggia" vuole ricordare questo evento. La presentazione ha avuto luogo giovedì 6 dicembre alle ore 18.30 al Pavillon des Fleurs.
La pubblicazione - graficamente curata dall'artista Ulrich Egger su incarico del Comune - raccoglie la documentazione dell'intero programma delle manifestazioni e rende onore alle molteplici e variegate attività con cui le meranesi e i meranesi hanno dato forma a quest'anno di festeggiamenti e di riflessione.
Tra i progetti presentati figura anche lo 00A Photography project, in cui ventuno spazi destinati alle affissioni pubbliche collocati tra via Otto Huber, via Karl Wolf, via Verdi e via Galilei a Merano, hanno ospitato dal 1 al 13 maggio 2018 le opere fotografiche degli artisti Ulrich Egger, Werner Gasser, Elisabeth Hölzl, Nicola Morandini, Andrea Salvà, Karin Schmuck, Benno Simma, Simon Perathoner, Riccardo Previdi, Anuschka Prossliner.

presentazionen_libro

00A Photography Project

La galleria meranese 00A presenta una mostra fotografica a cielo aperto / Die Meraner Galerie 00A präsentiert eine Fotoausstellung unter freiem Himmel
Presentazione progetto al pubblico / Vorstellung des Projektes für die Öffentlichkeit:
Martedì / Dienstag 01.05.2018, 11.00
Café Villa Bux, via Karl Wolf Str. 19, Meran/o
Durata della mostra / Dauer Der Ausstellung:
1. - 13.05.2018

A cura di / Kuratiert von Camilla Martinelli
Artisti / Künstler_innen: Ulrich Egger, Werner Gasser, Elisabeth Hölzl, Nicola Morandini, Andrea Salvà, Karin Schmuck, Benno Simma, Simon Perathoner, Riccardo Previdi, Anuschka Prossliner.

Testo IT
(segue in DE)
Ventuno spazi destinati alle affissioni pubbliche collocati tra via Otto Huber, via Karl Wolf, via Verdi e via Galilei a Merano, ospiteranno dal 1 al 13 maggio 2018 le opere fotografiche degli artisti Ulrich Egger, Werner Gasser, Elisabeth Hölzl, Nicola Morandini, Andrea Salvà, Karin Schmuck, Benno Simma, Simon Perathoner, Riccardo Previdi e Anuschka Prossliner.
Un’esposizione artistica per il pubblico e nello spazio pubblico, un modo per avvicinare l’arte alla quotidianità, un omaggio fotografico al vissuto di Merano pensato in conclusione dei festeggiamenti per i 700 anni della città.
Il progetto è una mostra a cielo aperto a cura di Camilla Martinelli, già curatrice della 00A Gallery, galleria nata del 2016 da un’idea dell’artista Christian Martinelli e l’associazione meranese 00A per valorizzare la fotografia altoatesina contemporanea.
In un momento di transazione per la lo spazio espositivo, in attesa dell’apertura presso nuova sede a Merano, è nata l’idea di incontrare il pubblico attraverso una mostra a cielo aperto con poster di grande formato affissi lungo le strade della città, nella zona dove probabilmente troverà nuova sede la galleria.
Alcuni interventi artistici di “00A Photography Project” sono esercizi della memoria, la rielaborazione di un vissuto tutto personale, altri riflettono in senso più ironico sull’identità della città, sul suo modo di pensarsi e rappresentarsi, altri si fanno chiavi di lettura che invitano a mettere in discussione l’esercizio quotidiano della visione, altri ancora giocano a portare allo scoperto scenari meranesi interni e nascosti.
Accostate le une alle altre, le fotografie di questi artisti consentono osservare diverse tendenze della fotografia artistica altoatesina dei nostri tempi. Le opere, pensate e realizzate appositamente per l’iniziativa, presentate tutte nel formato poster 200 x 200 cm, si inseriscono nello spazio pubblico come punti di sospensione alla frenesia urbana, come opere accessibili, e questo grazie a un medium, la fotografia, replicabile e adattabile a vari dispositivi visivi.
“00A Photography Project” sarà presentato al pubblico martedì 1 maggio 2018 alle ore 11.00 presso il Café Villa Bux, via Karl Wolf 19, Merano.

(DE)
Eine Reihe von großformatigen Fotografien werden vom 1. bis zum 13. Mai auf einundzwanzig Plakatflächen, in der O.Huberstraße, Verdistraße, K.Wolfstraße und Galileistraße in Meran, zu sehen sein. Autoren der Photos sind die Künstler Ulrich Egger, Werner Gasser, Elisabeth Hölzl, Nicola Morandini, Andrea Salvà, Karin Schmuck, Benno Simma, Simon Perathoner, Riccardo Previdi und Anuschka Prossliner.
Eine Kunstausstellung der etwas anderen Art, im öffentlichen Raum und frei zugänglich für alle, eine fotographische Hommage an Meran und sein Umfeld, gedacht als Nachtrag zu den Feierlichkeiten der 700 Jahre Meran.
Als Kuratorin konnte wiederum Camilla Martinelli gewonnen werden, die schon die 00A Gallery, die 2016 aus einer Idee von Christian Martinelli entstanden ist, und den Verein 00A, gegründet mit der klaren Aufgabe, die zeitgenössischen Fotographie im Land zu fördern, begleitet hat.
Die Idee, die Plakatflächen und den öffentlichen Raum als innovative Ausstellungsform zu nutzen, entstand als Übergangslösung bis zur Eröffnung des neuen Vereinssitzes.
Das Projekt “00A Photography Project” wird am 1. Mai 2018, um 11.00 Uhr beim Café Villa Bux, Karl Wolf Straße 19, Meran, dem Publikum vorgestellt.

Photo: Werner Gasser, Radical Humanity, 2018
Contatto stampa / Presse: kamilla.martinelli@gmail.com

Confini di Christian Martinelli

20-02-2018 22:53

tags: Confini, Christian Martinelli, The Cube,

url: permalink

Confini” appartiene al ciclo di opere 00A, una serie di progetti decennali in cui l’artista utilizza la fotografia come mezzo, fine, o testimone di tematiche a lui care.
“La lunga striscia di sabbia” che Pier Paolo Pasolini realizzò nel 1959 ritraendo l’Italia da Ventimiglia a Trieste è una fonte di ispirazione del viaggio solitario lungo sei mesi che Martinelli ha intrapreso. Nell’arco di cinque anni ha percorso circa 20.000 chilometri, restituendo l’intero periplo dell’ Italia attraverso 70 immagini monotipo.
Le immagini sono realizzate con il “cubo”, un oggetto che è sia macchina fotografica progettata dell’ artista, sia opera installativa, che cattura e al contempo riflette il paesaggio.
“Confini” nasce dalla necessità che l’artista ha di confrontarsi con il tema dell’appartenenza a un territorio; come l’animale segna il “suo” spazio, delimitando il proprio confine così l’essere umano disegna linee su mappe geografiche. L’atto simbolico di posizionare il “cubo” all’interno del paesaggio al confine diventa per l’artista la modalità per tracciare il suo passaggio. Martinelli non concepisce il confine come “fine”, semmai come “inizio” e lo rappresenta con immagini, in cui le sue linee si amalgamano
Attraverso i lunghi tempi di esposizione la linea dell’ orizzonte si perde creando un continuum tra i tratti della morfologia del paesaggio reale. Rispetto a Pasolini, Martinelli sposta l’attenzione dal contesto antropologico a quello naturale dei “confini”. Non è dunque una rappresentazione documentaristica dei luoghi, bensì una riflessione, una ricerca intima della poetica del paesaggio. L’artista restituisce immagini dalle innumerevoli sfumature cromatiche, ascrivibili più a un dipinto che a una immagine fotografica. Come le marine astratte di Willelm Turner anche le immagini realizzate dall’ artista sono opere uniche e irripetibili.

Christian Martinelli

Confini.jpg

Afae

01-01-2018 14:01

tags: afae, werner gasser, franzmagazine,

url: permalink

Una bellissima fotografia di Werner Gasser della serie "Afae" ha trovato il suo spazio in casa...
Da un articolo pubblicato su Franzmagazine nel novembre 2016, in occasione dell'esposizione presso la 00A Gallery di Merano: "Termine latino dall’etimologia incerta, Afae, nell’accezione di “polvere” è il titolo scelto da Werner Gasser per l’ultima mostra del calendario della 00A Gallery di Merano. Con un lavoro accostabile a quello della fotografia archeologica, il fotografo meranese ritrae una ricca dimora della cittadina termale, mentre si trova nel subbuglio del suo riassetto, in vista di una futura apertura al pubblico. Oggetti e arredi, come reperti, si trovano dove sono, senza concessione di posa in favore di camera".

DSCF5752.jpg

Di nuovo a casa

13-05-2017 14:55

tags: Andrea Salvà, Christian Martinelli, 00A, Sardegna,

url: permalink

Rientrato da poco dall'ennesimo "tuffo" in Sardegna, in compagnia degli amici fotografi Christian Martinelli e Andrea Salvà.
Un altro bellissimo viaggio che ci ha portati nuovamente nel Supramonte di Dorgali, per poi ripercorrere tutta la costa lungo la gloriosa SS125 "orientale sarda".

DSCF4664.JPGDSCF4585.JPGDSCF4594.JPGDSCF4606.JPGDSCF4607.JPGDSCF4717.JPGDSCF4755.JPGDSCF4674.JPGDSCF4734.JPGDSCF4732.JPG

search
pages
Share
Link
https://www.nicolamorandini.it/news-d
CLOSE
loading