NICOLA MORANDINI

New exhibition: Moon Landing

11-01-2020 17:44

tags: Moon Landing, 00A Gallery, Exhibition,

url: permalink

24.01/06.03.2020
00A Gallery - Via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano

Il terzo progetto espositivo della rinnovata galleria meranese 00A Gallery, vedrà protagoniste dal 24 gennaio al 6 marzo, le opere del fotografo Nicola Morandini. L’inaugurazione della mostra “Moon Landing” si terrà venerdi 24 Gennaio alle 19.00.
L’esposizione, a cura di Marco Cillis, presenta una serie di fotografie realizzate sull’isola di Pantelleria, la più grande tra le isole circumsiciliane, non lontana dalle coste della Tunisia. La mostra di Nicola Morandini rimane aperta fino al 6 Marzo 2020, dal sabato (ore 15-19) alla domenica (ore 10-12). Giovedì 30 Gennaio alle ore 20.00 l’artista sarà a disposizione del pubblico e introdurrà personalmente la mostra. Entrata gratuita.

La ricerca che Nicola Morandini presenta sotto il titolo di Moon Landing è l’esito di un’esplorazione- come spesso avviene nel suo lavoro- attraverso l’alfabeto di un luogo, l’Isola di Pantelleria. I suoi scatti sono misurati sintagmi di un fraseggio più ampio che ci permettono di decifrare un territorio, ricostruendone i confini, i caratteri identitari, le texture dei materiali da costruzione, in un’operazione che va oltre la narrazione, che dà spazio all’osservatore di costruire percorsi interpretativi che pescano nel vissuto di ognuno.
Pantelleria è un testo complesso, lontano dal comune immaginario che fa dell’isola in mezzo al mare un locus amoenus a cui ambire. È un’isola aspra se la si guarda con gli occhi del turista: niente spiagge, un maestrale battente spesso fastidioso, pochi comfort. È altresì un luogo sorprendente se lo si guarda con l’occhio curioso di chi vuole comprendere le ragioni profonde di un paesaggio rurale che ha il carattere di un ricamo fatto di muri a secco, di nuclei abitati di aggregati bianchi che si adagiano su una topografia spesso tormentata, di una vegetazione lussureggiante che spiazza le logiche della latitudine.
L’allunaggio descritto in queste immagini lavora su una doppia scala: quella dell’orizzonte, restituendo brani di cielo che raccontano profili lontani, nuvole in viaggio, fasci di luce che determinano un bianco e nero netto, e quella della prossimità, del dettaglio, nella capacità di far sembrare altro l’estradosso delle cupole dei dammusi- le tipiche abitazioni pantesche- così che la superficie rivestita di calce diventi la pelle di un pianeta arcano, su cui strane creature posano la propria ombra.
Fedele ai suoi codici, il fotografo ci regala anche poetici corti circuiti, piccole antinomie che colgono il fortuito dialogo tra elementi tra loro distanti- una cisterna abbandonata, un cane in attesa- in un’operazione che trascende la (ricerca) estetica dei luoghi e si apre al racconto
”.

ml_retro_def.jpgml_fronte.jpg

Opening Davide Perbellini "Brenner Basisitunnel"

Brenner Basistunnel
Davide Perbellini
Architekturstiftung Südtirol - Fondazione Architettura Alto Adige

Opening: 12.12.2019 - Exhibition: 13.12 - 17.01.2020
Giovedì 19.12.2019 a partire dalle ore 19 si terrà l'incontro con l'artista - 00A Gallery - via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano.
Orari di apertura
Sabato 15:00 - 18:00
Domenica 10:00 – 12:00

00A_Perbellini_1.jpg00A_Perbellini_2.jpg00A_Perbellini_4.jpg00A_Perbellini_5.jpg00A_Perbellini_7.jpg00A_Perbellini_11.jpg00A_Perbellini_12.jpg00A_Perbellini_9.jpg00A_Perbellini_8.jpg00A_Perbellini_6.jpg00A_Perbellini_3.jpg

Davide Perbellini - "Brenner Basisitunnel"

Inaugurazione: giovedì 12 dicembre 2019, ore 19.00
Durata della mostra: 12 dicembre 2019 - 17 gennaio 2020
Luogo: 00A Gallery, Via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - 39012 Merano

Giovedì 12 Dicembre 2019 alle ore 19.00 la 00A Gallery presenta il nuovo lavoro del fotografo meranese Davide Perbellini, una serie di immagini scattate nel cantiere del Tunnel di Base del Brennero, nella tratta compresa tra Fortezza e Campo di Trens.
Nella stessa occasione, la Fondazione Architettura Alto Adige presenterà il nuovo numero #115 della rivista di architettura Turris Babel, nata con l’intento di risvegliare l’interesse per l’architettura non solo tra gli esperti in materia, ma anche tra la popolazione, di rilanciare su tutto il territorio ed a livello nazionale, il dibattito sull'architettura in Alto Adige, di promuovere la divulgazione di una buona progettazione, cosciente delle implicazioni socio-economiche ed ambientali che essa comporta. Questo numero monotematico sul Tunnel di Base del Brennero è composto esclusivamente dalle immagini di Davide Perbellini.

La galleria rimane aperta fino al 15.12.2019 dal venerdì alla domenica, ore 11.00 - 20.00. Giovedì 19/12 alle ore 20.00 si terrà una serata in compagnia dell'artista.
Entrata gratuita - Per info: 346.8211414

bbt_fronte.jpgbbt_retro.jpg

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

25-11-2019 19:35

tags: Comune di Merano, flash mob,

url: permalink

Anche quest'anno il Comune di Merano ha celebrato la Giornata contro la violenza sulle donne organizzando attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica sul fenomeno. In fotografia il Flash mob "A noi No!" (scalinata di Corso Libertà superiore), a cui è seguita la fiaccolata lungo le vie del centro con una performance finale di studenti e studentesse.

DSCF8655.jpg76756857_504537246941741_8613555275745460224_o.jpg

Tag des baumes 2019

Offenes Singen im Seisenegg-Park
Zum Tag des Baumes (21. November), der 2013 italienweit eingeführt wurde, organisiert die Stadtgemeinde Meran - Comune di Merano in Zusammenarbeit mit dem Ost West Club Est Ovest und der Pitsch-Stiftung im Seisenegg-Park ein Offenes Singen, zu dem alle Bürgerinnen und Bürger jeder Altersgruppe herzlich eingeladen sind.
Für die musikalische Leitung zeichnet Markus Prieth verantwortlich, der sich für diesen Anlass ein ganz besonderes Programm ausgedacht hat. Treffpunkt ist am Donnerstag, 21. November um 18 Uhr beim Eingang zum Seisenegg-Park (Winterpromenade, Nähe Bar Wandelhalle).
Das gemeinsame Singen findet im Freien unter der mächtigen Himalaya-Zeder (Cedrus deodara) der Parkanlage statt. Dieser als Naturdenkmal geschützte Baum wurde um 1866 gepflanzt und gehört mit seinen über zwei Metern Durchmesser zu den größten Himalaya-Zedern der Stadt Meran. Diese besondere Art von Nadelbaum ist die in den städtischen Parkanlagen meistgepflanzte Zeder.

------------------------------------

Canto corale nel parco del Seisenegg
In occasione della Giornata nazionale degli alberi (21 novembre), istituita ufficialmente nel 2013, il Stadtgemeinde Meran - Comune di Merano propone - in collaborazione con l'Ost West Club Est Ovest e la Fondazione Pitsch - una sessione di canto di gruppo nel parco del Seisenegg. Tutte le cittadine e tutti i cittadini sono cordialmente invitate/i a partecipare.
A dirigere il coro sarà il maestro Markus Prieth, che per la circostanza ha ideato un programma particolare. I/le partecipanti si ritroveranno giovedì 21 novembre alle ore 18 all'ingresso del parco del Seisenegg (nei pressi della Passeggiata d'inverno, vicino al bar Wandelhalle).
Il canto di gruppo avverrà all'aperto, sotto le fronde del maestoso cedro dell'Himalaya che domina il parco. Quest'albero, tutelato come monumento naturale, venne messo a dimora nel lontano 1866 e, con i suoi oltre due metri di diametro, è uno dei più imponenti cedri dell'Himalaya presenti a Merano. Questa particolare specie di conifera è il cedro più diffuso nei parchi pubblici cittadini.

TDB2019_2.jpgTDB2019_3.jpgTDB2019_1.jpgTDB2019_17.jpg

Opening Exhibition "Solitudini" - Christian Martinelli

26-10-2019 16:50

tags: Christian Martinelli, 00A Gallery, Solitudini,

url: permalink

E' stata inaugurata ieri sera presso la 00A Gallery di Merano la mostra "Solitudini" di Christian Martinelli. La mostra resterà aperta ogni fine settimana dal 25.10.2019 al 17.11.2019.
Giovedì 31.10.2019 a partire dalle ore 19 si terrà l'incontro con l'artista - via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) - Merano.

DSCF8438.jpgDSCF8435.jpgDSCF8434.jpgDSCF8432.jpgDSCF8433.jpgDSCF8428.jpgDSCF8422.jpg

"Solitudini" di Christian Martinelli

19-10-2019 16:28

tags: Christian Martinelli, 00A Gallery, Solitudini,

url: permalink

Venerdì 25 Ottobre alle ore 19.00 riapre in via delle Corse 67 (Passaggio Ortner) a Merano la 00A Gallery!
Sorta nel 2016 su iniziativa dell’associazione altoatesina 00A, come spazio temporaneo per eventi espositivi legati alla valorizzazione della fotografia analogica, la galleria intende favorire il dialogo culturale a Merano ed essere un nuovo spazio per d’arte in e per la città.
La prima mostra ospitata nei nuovi locali della galleria sarà "Solitudini" di Christian Martinelli.

solitudini_1.jpg

Sulcis Iglesiente

Rientrato da poco da un bellissimo trekking in compagnia dell'amico fotografo Andrea Salvà (qui alle prese con l'impegnativo studio del percorso...). A breve seguiranno alcune immagini.

DSCF8310.jpg

Borders - Christian Martinelli

Alcune immagini dell'inaugurazione della mostra fotografica "Borders" dell'amico Christian Martinelli, presso il Foto-Forum di Bolzano. Per maggiori informazioni.

DSCF8175.jpgDSCF8185.jpgDSCF8186.jpgDSCF8187.jpgDSCF8174.jpgDSCF8180.jpg

24x24 - Photo Performance – Davide Perbellini

21-09-2019 14:43

tags: Davide Perbellini, Giorgio Loner, Asfaltart,

url: permalink

Alcune immagini dell'inaugurazione della mostra dell'amico fotografo Davide Perbellini.

Merano: All'Angolo tra via Galileo Galilei e via Giuseppe Verdi
Meran: An der Ecke zwischen den Straßen Galileo Galilei und Giuseppe Verdi.

Opening 20 settembre_ore 20:00
Eröffnung am 20. September um 20:00 Uhr

La scelta di un luogo, di un angolo all’interno della città. Ventiquattro ore e una fotografia ogni ora. Ventiquattro ore e ventiquattro fotografie durante Asfaltart per una documentazione di questo angolo del mondo. Ventiquattro fotografie apparentemente tutte uguali ma in realtà molto diverse tra loro.
Dal 20 settembre al 4 ottobre sarà possibile rivivere la perfomance, lo spazio urbano e la sua trasformazione nell’arco delle ventiquattro ore attraverso una mostra a cielo aperto in via Galileo Galilei.

Die Wahl eines Ortes, einer Ecke in der Stadt. Vierundzwanzig Stunden und jede Stunde ein Foto im Zuge des Straßenkunst Festivals Asfaltart. Vierundzwanzig Stunden und vierundzwanzig Fotos zur Dokumentation dieser einen Ecke der Welt. Vierundzwanzig Fotos, anscheinend alle gleich, aber tatsächlich sehr unterschiedlich.
Vom 20. September bis zum 4. Oktober ist es möglich, die Performance, den urbanen Raum und seine Transformation in den vierundzwanzig Stunden durch eine Open-Air-Ausstellung in der Via Galileo Galilei nachzuerleben.

DSCF8126.jpgDSCF8136.jpgDSCF8132.jpgDSCF8140.jpgDSCF8142.jpgDSCF8157.jpgDSCF8144.jpg

00A... si riparte!

06-09-2019 20:55

tags: 00A, 00A Gallery,

url: permalink

Dopo l’esperienza espositiva presso la galleria temporanea 00A di Merano, svoltasi nel corso degli anni 2016 e 2017 con l’intento di promuovere la fotografia contemporanea in ambito altoatesino (100 metri quadri di superficie espositiva, nove mesi di mostre a cura di Camilla Martinelli, circa 1000 visitatori ed un notevole riscontro di critica e pubblico), nel corso del 2018 l’Associazione 00A ha concentrato la sua attività nella ricerca di un nuovo spazio espositivo.
La ricerca si è conclusa positivamente, con l’individuazione di un locale idoneo situato in un piccolo vicolo trasversale a Via delle Corse (“Passaggio Ortner 67”) in pieno centro storico a Merano. Il locale si colloca in un vicolo pittoresco della città, lungo il quale si aprono già attività culturali e artigianali (un laboratorio tessile, un corniciaio, un laboratorio di produzione di cioccolata, un laboratorio fotografico ed uno grafico di design). Stiamo lavorando per aprire i battenti verso la metà di ottobre. Stay tuned...

IMG_0234.jpg

Borders

Next Opening: Christian Martinelli - Borders
21.9.2019, 11:00 - Foto-Forum Bozen

"Borders" belongs to the 00A cycle of works, a series of a ten-year long project in which the artist uses photography as a means, purpose, or witness to express themes important to him.
"The long strip of sand" that Pier Paolo Pasolini created in 1959, portraying Italy from Ventimiglia to Trieste, is a source of inspiration for the solitary six-month journey that Martinelli has undertaken. Over a five-year period, he traveled about 20,000 kilometers, returning the entire circumnavigation of Italy through 70 monotype images.
The images are obtained by using "the Cube", an object which is both a camera, designed by the artist, as well as an installation work that captures and reflects the landscape at the same time.
"Borders" is born from the need that the artist has to deal with the theme of belonging to a territory; as the animal marks "its" space, delimiting its own boundaries, so does the human being, by drawing lines on geographical maps. The symbolic act of positioning "the Cube" within the landscape on the border becomes a way for the artist to trace his passage.
Martinelli does not conceive the border as an "end", rather as a "beginning" and he represents it with images in which its lines blend together.
By using long exposure times, the horizon line dissolves creating a continuum between the features of the morphology of the real landscape.
Unlike Pasolini, Martinelli shifts the attention from an anthropological context to the natural one of the "borders". It is therefore not a documentary representation of places, but a reflection, an intimate research on the poetics of the landscape. The artist returns images with infinite shades of color, more similar to a painting than to a photographic image. Like the abstract oceans of William Turner also the images realized by the artist are unique and unrepeatable works.

Carla Cardinaletti and Christian Martinelli

Foto-Forum Bozen
Weggenstein-Straße 3F
Bozen, Trentino-Alto Adige, Italy

borders.jpg

search
pages
Share
Link
https://www.nicolamorandini.it/news-d
CLOSE
loading